ABC Lipstick Tag:

Nuovo Tag!

TAG

Questo nuovo tag  è stato ideato da Soffice Lavanda,mica la prima persona che si sveglia una mattina e si mette a parlare di rossetti e  tratta questo succoso argomenti  da un punto di vista diverso dal solito:

il make-up è uno dei tanti metodi di comunicazione non verbale che l’uomo (inteso come uomini ET donne) ha a sua disposizione. Che lo si usi per dire “ciao, sono disponibile”, piuttosto che “sono una gran faiga”, piuttosto che “guarda che stile che ho”, non importa. E’ comunicazione.Il senso di questo tag sarà dunque questo: nove rossetti che usiamo per dire qualcosa di noi, come stiamo, come ci atteggiamo nei confronti dei mondo. Più uno, quello finale, che scegliamo come rappresentativo e riassuntivo di noi, del nostro carattere, della nostra personalità.

Qui il post di Soffice Lavanda

Dopo 12.567 foto buie e ombrose eccovi i miei 9 rossetti:

Va Va Voom Lipstick!  – E’ il rossetto con cui vi sentite bellissime

P1150384
MAC Russian Red

Dopo due secondi di profonda riflessione sul senso della vita ho scelto lui, il mio rosso,Russian Red. Cercavo un rossetto così da quando ho scoperto le meraviglie del rosso e dopo dure ricerche l’ho trovato. E’ il rossetto che indosso quando voglio sentirmi bella,figa,scegliete voi. L’unico rossetto che mi fa dire “wow” ogni volta che lo metto ❤

Glamorous Lipstick : E’ il rossetto con cui vi sentite immediatamente eleganti e chic

P1150272
 Stila Long Wear Lip Color Exquisite:

Se c’è un rossetto che riesce a farmi sentire elegante quello è Exquisite,uno dei rossetti in stick(?) di Stila. E’ un berry con una puntina di marrone, leggermente cupo e pigmentato dal finish vellutato e luminoso.

Girly girl lipstick : E’ il rossetto con cui vi sentite un po’ frivole,leggere,senza troppi pensieri

P1150388

Astra True Color n° 903

Ignorate la scritta “colore pieno” perchè non è pieno manco pe gnente   e ci vogliono  due belle passate per ottenere un colore pieno(la texture ricorda molto i Color Burst di Revlon) ma a parte questo è un fucsia tanto carino, lo indosso mi sento “leggera e senza troppo(tediosi)pensieri”.

Good Girl Lipstick : E’ il rossetto con cui vi sentite a posto,curate. Proprio delle brave ragazze.

P1150375

Burberry Lip Mist n°202 Copper

Questo è sicuramente il rossetto più delicato che ho: un rosa carne piuttosto sheer,regalo di una cara  – e folle – amica. Mi piace indossarlo dopo aver “sistemato” le irregolarità del contorno labbra con una matita dello stesso colore, uniforma il colorito e lascia le labbra morbide e luminose. Quando lo indosso mi sento in ordine, proprio una brava ragazza che cammina per strada mangiando una mela coi libri di scuola..dabadaba da..

Bad Girl Lipstick : E’ il rossetto con cui osate

P1150391

Calvin Klein Dangerous
perchè i rossi aranciati non mi stanno bene mamma,perche?

Mi sembra di osare ogni volta che,fregandomene dei miei colori e di madre natura, mi avvicino ad un rossetto rosso troppo caldo o aranciato:li amo ma mi stanno quasi sempre malissimo.
Lady Danger  di MAC è il mio sogno proibito e invidio tutte le persone che riescono a portarlo decentemente . Dangerous non è “pericoloso”/aranciato quanto LD e sopratutto non è matte (il finish leggermente luminoso aiuta) ma è un bel rosso ruggine e si fa notare. Non è il rossetto che mi sta meglio ma mi piace e lo metto,tiè!

Sorry I’m late/I can’t be bothered lipstick : E’ il rossetto che applicato quando siete in ritardo,di fretta o non sapete che altro indossare

P1150408

Shiseido Automatic Lip Crayon LC9 Berry

Il buon vecchio Lip Crayon di Shiseido( LC9 berry)  è la mia scelta quando sono di fretta, non so cosa mettere o non ho voglia di indossare un vero rossetto. Siamo felicemente insieme da tre anni – è ancora in condizioni perfette e non sembra voler finire – e tra tutti i prodotti simili in mio possesso resta il mio preferito. Mi piace perchè è un berry<3, è modulabile e con due-tre passate ottengo una buona copertura e posso anche bere senza vederlo sparire nel giro di due secondi. Tanto amore.

I’m so done with your BS lipstick: E’ il rossetto che vi fa sentire delle vere toste

P1150398

NYX  Espresso

Espresso è un rossetto tosto: berry cupo e pigmentato. Quando ho scoperto di poter portare tranquillamente un colore così scuro mi sono gasata e da allora lo indosso in combo con Tulip una matita labbra di Wjcon dello stesso tono ma ancora più scura e l’effetto è davvero tosto.

Drama queen lipstick : E’ il rossetto con cui vi sentite delle  dive

P1150415

Deborah Atomic Red n°5

Per me il rossetto da “diva” è rosso,freddo e luminoso come il numero 5 della linea Atomic Red di Deborah. E’ uno dei miei rossi preferiti ,lo indosso solo in occasioni particolari (a volte ne aggiungo una punta sopra Russian Red,solo al centro delle labbra) perchè è molto lucido e luminoso e io mi sento più a mio agio con i rossi opachi. Paranoie mentali a parte è un rosso che fa la sua figura,pieno e intenso.

Don’t look at me lipstick : E’ il rossetto che mettete quando non volete dare nell’occhio

P1150399

Rouge Bunny Rouge Inscribed in sheets

Niente è più discreto del  mio MLBB. E’ il rossetto che scelgo quando voglio passare inosservata ma non mi va di rinunciare al rossetto.

A lipstick,a lipstick, my kingdom for a lipstick: E’ il vostro rossetto,quello che dice più cose di voi del diario che tenete sotto il letto.

P1150264

Rimmel Kate Lipstick n° 107

e’ stata dura scegliere tra il 107 e Russian Red ma se penso ad un rossetto che sento mio, che mi va di indossare sempre anche quando un brufolo enorme decide di spuntarmi al centro della fronte, penso al n°107 di Rimmel.
Trattasi di un bellissimo berry opaco,quando lo indosso mi sento sempre a mio agio.Diciamo che Russian Red è il mio rosso mentre il 107 è il mio rossetto.

E voi? Avete risposto al tag?
leggo con piacere le risposte di tutte anche se mi vien voglia di comprare un nuovo rossetto ogni cinque minuti.

Annunci
ABC Lipstick Tag:

Questione di texture : acne,correttori e profonde riflessioni

Parliamo di correttori e parliamo di acne: l’allegria racchiusa in un unico post:
P1150117

Il correttore è mio fedele compagno da prima che iniziassi a truccarmi sul serio e mentre le mie amiche compravano i primi rossetti io collezionavo da tempo correttori e fondotinta alla ricerca di quello perfetto. Nella mia testolina di adolescente il correttore perfetto avrebbe completamente cancellato qualsiasi imperfezione, non coperto o mitigato, completamente cancellato in perfetto stile Photoshop. Ci sono voluti anni per accettare che un prodotto del genere non esiste e altro che Babbo Natale permettetemi di dire che sono queste le cose che ti fanno perdere fiducia nel genere umano.
Superati i traumi infantili il problema resta: coprire l’acne.

piccolo sfogo personale:

Ora,ne approfitto per aprire una piccola parentemi è capitato spesso,vagando su youtube, di beccare video dai titoli accattivanti  – verosimili esempi:”come copro la mia acne”, “acne: come renderla invisibile”,”123 e l’acne non c’è più” –  girati da persone con due o tre brufoli isolati e una pelle generalmente perfetta. Beh, secondo il mio modesto parere di principiante che non vuole insegnare niente a nessuno  c’è una differenza abissale tra il coprire singoli brufoli isolati e il coprire l’acne  perché la pelle affetta da questa simpatica patologia cutanea  presenta molte pustole,rossori,discromie e  una grana generalmente irregolare. Non è esattamente la base migliore su cui stendere qualsiasi tipo di fondotinta o correttore ma questa è l’acne, i brufoli post/pre ciclo sono un’altra cosa.

fine piccolo sfogo personale.

In questo momento la mia pelle è meno problematica del solito e la mia preoccupazione  sono le macchie lasciate da sfoghi passati,rossori sparsi e qualche zona d’ombra intorno alle labbra che proprio non mi piace. Non vi parlerò di correttori comprati appositamente per le occhiaie perché devo ancora farmi un’idea precisa del tipo di prodotto che cerco (texture,inci,formulazione..ecc.) ma le occhiaie non mancano eh,qui non ci facciamo mancare niente.

Per quanto riguarda brufoli & company credo di avere le idee chiare: è tutta una questione di texture( e qui ci starebbe un bel coro di “maseriofai-.-?!”).

Fino a circa un anno fa mi buttavo sui prodotti in stick senza pensarci troppo. Cercavo qualcosa di coprente e questo genere di prodotto sembrava la scelta migliore ma non sempre è così. Formulazioni troppo ricche e pastose sono difficili da stendere su una pelle sensibilizzata dall’acne e,come se non bastasse, c’è il rischio di ottenere un effetto tutt’altro che piacevole. Ecco perchè c’è una bella differenza tra il brufoletto e l’acne: un prodotto che va bene per la singola pustola può non andare altrettanto bene per una zona più estesa del viso, texture troppo pastose possono mettere in risalto in maniera terrificante irregolarità  e piccole cicatrici.

Dopo questa lunga premessa che avrà spinto le poche anime capitate qui  a chiudere tutto e lanciare il pc in giardino veniamo al dunque, loggiuro e parliamo di alcuni dei correttori che ho provato. Per mostrarvi la coprenza che è la cosa fondamentale quando scrivi un post sui correttori e non sulla crescita delle patate ho preso spunto da Chiara La Vie En..Cosmètiques e ho applicato i correttori su uno dei miei tatuaggi. Spero che le foto siano minimamente utili  nonostante il  mix di luce demmerda,scarsi mezzi e poco tempo.

Qui post di Chiara sui correttori!

Foto di gruppo : compare anche il Select Moisture Cover di MAC ma in realtà non centra niente sono solo una pessima blogger che infila prodotti a cazzo nelle foto per creare confusione – nonl’hofattoapostaggggiuro-.

P1150034

Vichy Dermablend Fondotinta Stick n°11 “Porcelain”:

Dermablend bianco

Il male.
Era da tempo che volevo condividere il profondo sentimento di odio che nutro nei confronti di questo prodotto.
Si tratta del celebre fondotinta in stick di Vichy, pensato secondo me per rendere la vita delle persone con problemi di acne ancora più complicata. La mia farmacista me lo consigliò con gioia e sono sicura che ha riso tanto quando me ne sono tornata a casa con questo magico tubetto bianco.
Controllando sul  sito ho scoperto  che è stato tolto dal commercio e sono sicura che poche persone ne sentiranno la mancanza. Chi come me ha avuto la (s)fortuna di provarlo ricorderà che veniva descritto come “fondotinta ad alta coprenza,non comedogeno,formulato per coprire qualsiasi tipo di imperfezione in modo naturale”
Ora,ottenere un effetto naturale con un prodotto simile è stato impossibile per me. Per coprire la singola imperfezione andava anche bene ( se Lisa lo nomina in questo video chi sono io per dissentire) ma per le zone più estese anche no: texture troppo densa e pastosa e sfumandolo,sia con le dita che con un pennello,avvertivo una fastidiosissima sensazione di “attrito”. Come se non bastasse  evidenzia qualsiasi irregolarità o screpolatura e dato  che veniva pubblicizzato come fondotinta e quindi come prodotto da usare su zone estese del  viso per me è bocciato  e con tanto di cesto di bestemmie al seguito.

Addio maledetto.

Vichy New Dermablend Correttore Stick n°15 “Opal”:

Dermablend nero

“Io che compro il nuovo correttore di Vichy? manco morta guarda”
Tadaan!
Ecco l’acquisto che mi ha portato in finale nel recente concorso “Miss Coerenza 2013”, il nuovo correttore di Vichy,prodotto che sostituisce il vecchio Dermablend.
Dopo la pessima esperienza avuta con il vecchio fondotinta in stick mi ero ripromessa di stare alla larga dai prodotti del marchio. La nuova e accattivante pubblicità non mi aveva minimamente incuriosita e ammetto che ero pronta a bocciare il prodotto a priori, tanto per prendermi una piccola rivincita personale – Non mi avrete maii,giammaiiii” – . Tante remore non mi hanno impedito di passare in farmacia a dargli un’occhiata e fin dal primo swatch ho capito che qualcosa era realmente cambiato in casa Vichy:la texture è migliorata tantissimo, è molto più sottile e morbida di quella del suo antenato. Riesco a sfumare il prodotto facilmente prelevandone una piccola quantità con le dita e picchiettandola dove occorre. Il prodotto si fissa bene sulla pelle senza bisogno di cipria e dura tutto il giorno. Per le imperfezioni “isolate” e perfetto mentre se intendete usarlo su zone più estese armatevi di una buona crema idratante e preparate per bene la pelle. Le colorazioni disponibili sono tre e vi avviso che sono tutte leggermente aranciate proprio come vuole la tradizione Vichy(il vecchio “porcelain” era stato soprannominato “porcellìn”appunto). Io lo uso solo prima fondotinta e fortunatamente non “spunta” fuori nemmeno dopo molte ore. Ve lo sconsiglio se cercate un prodotto da usare anche sopra al fondotinta o per illuminare eventuali zone d’ombra sul viso. 

*lo sto testando anche sulle occhiaie e devo dire che per ora non mi dispiace,vi farò sapere.

Max Factor Erace correttore stick “ivory”:

Max Factor Erace

Continuo a ricomprarlo da anni ormai per una serie di buone ragioni: costa poco(circa 8 euro)è facile da reperire,ha un ‘elevata coprenza e una texture adorabile. Tra tutti i prodotti compatti/stick provati fin’ora resta il mio preferito: a partire dal colore  – io uso il n°7 “Ivory” – che è perfetto sia per coprire le imperfezioni che per illuminare zone d’ombra del viso. Mi è capitato di usarlo anche come illuminate sotto l’arcata quando volevo coprire peli in ricrescita e impossibili da spinzettare – avete presente quegli odiosissimi puntini neri che probabilmente non vede nessuno? io li vedo – .  Mi piace prelevarne una piccola quantità direttamente dallo stick e picchiettarlo  dove occorre. Ha una consistenza leggermente più morbida del newDermablend ma si fissa altrettanto bene sulla pelle. Riesco ad usarlo anche su zone più estese del viso senza avvertire nessun fastidio  e senza stressare la pelle e visto che il colore è perfetto per me posso usarlo anche da solo – saltare allegramente il fondotinta – spolverare un velo fondotinta minerale sul viso e andare a fare la spesa sena spaventare i bambini.

MAC Studio Sculpt NW20:

MAC Studio Sculpt

Senza e infamia e senza lode.

Ho rubato questo correttore dal beuty di kmia madre dopo aver scoperto che funzionava bene sulle mie occhiaie – a patto di applicarlo con un pennello – e siccome l’ho provato anche sulle imperfezioni vi do i miei due cents : non ci siamo. Solita pecca dei prodotti corposi, va bene per i famosi due brufoli da ciclo ma se avete problemi “più seri” non complicatevi la vita e investite in qualcosa di meno odioso da stendere.

Essence Made to Stay 16h n°10 “Natural Fair”:

Essence

Se non avete particolari rogne da coprire e non volete spendere troppo vi consiglio di dare una possibilità a questo prodotto. Ne ho sentito parare bene da molte blogger  e visto il prezzo piccinopicciò – circa 3 euro – ho deciso di provarlo. La pigmentazione è buona e come vi dicevo se non avete particolari problemi e una pelle generalmente buona potrebbe piacervi. E’ perfetto per dare un tocco di luce alle zone più scure del viso. La texture è densa a non pastosa ed ‘è molto facile da sfumare. La durata è buona, non l’ho tenuto su per 16h ma per 7-8 si e se la cava bene. Per coprire sfoghi di acne non basta e la texture corposa non aiuta dato che stratificando l’effetto cakey è dietro l’angolo – e ci punta contro una pistola – ma per le piccole imperfezioni va benissimo.

Bourjois Healty Mix Concealer n°51 “Eclat claire”:

Bourjois

Amore,amore a profusione.
Bourjois continua a regalarmi grandi soddisfazioni e continuo a sperare di rivedere questo brand in Italia un giorno. Per ora mi affido ad Amazon.uk, ad Asos e al sito francese Maquillez Vouz.
Questo correttore è stato uno dei migliori acquisti dell’ultimo anno e si è rivelato una vera mano santa da quando la mia pelle ha deciso di diventare tanto,ma tanto,secca.
E’ un correttore formulato per le occhiaie e la texture è quindi molto morbida e leggera, non va nelle pieghe e non evidenzia screpolature e irregolarità di superficie. Ho acquistato la colorazione più chiara ed è perfetta per le imperfezioni  – conto di prendere anche la più scura e usarlo per le mie occhiaie maledette – la pigmentazione è molto buona,in foto ne vedete una piccola quantità, inoltre la texture leggera e sottile permette di stratificare senza il temuto effetto cakey. Si fissa bene e non sento il bisogno di aggiungere una cipria. Come vi dicevo la colorazione n°51  è perfetta per il mio incarnato cadaverico (NC 15 per MAC) e questo mi permette di applicarlo sopra al fondotinta e solo dove serve. E’ il prodotto che preferisco per il giorno ed è quello che scelgo sempre quando voglio una base perfetta. . Il packaging in  tubetto è comodo e permette di dosare perfettamente il prodotto e di usarlo fino all’ultima goccia.

E voi?
Siete ancora qui o il mio blaterare vi ha spinto verso luoghi più felici?
Se avete correttori da consigliarmi o esperienze con quelli che ho provato  o volete semplicemente insultarmi sono qui!

Questione di texture : acne,correttori e profonde riflessioni

/Raspberry

P1140883

P1140922

Viso: Jean D’Estrèes Base Viso Illuminante , Bourjois Healty Mix Foundation n°52 “Vanilla”, Vichy new Dermablend Correttore n°15 “Opal” , Physician Formula “Organic Wear Traslucent Powder For Light Skin” , Estee Lauder Illuminating Powder Geele Blush “Tease” , NYX Powder Blush “Taupe”.

Brow: Bellaoggi Matita per sopracciglia “dark” + “brunette”

Eyes: Shiseido Smoothing Eyeliner Pencil n°1 , Astra Jumbo Eye Pencil n° 52, Laura Mercier Full Blown Volume Lash Building Mascara “black”

Labbra: Kiko Virtual Dream Lip Pencil n°06 “Bold rougenoir” , Korres Antioxidant Liquid Lipstick n°28 “Berry”

Fate “ciaociao” con la manina alle mie incolte sopracciglia.
Mi sono imposta di non spinzettarle selvaggiamente come sono solita fare, le lascerò libere di crescere come vogliono e tenterò di dar loro una forma decente in un secondo momento e quindi ve le beccate in primo piano, senza vergogna.
Detto questo volevo mostrarvi un prodotto che mi sta regalando delle belle soddisfazioni ovvero il rossetto liquido di Korres. Si tratta di un prodotto “particolare” ,la texture è simile a quella dei gloss con una differenza sostanziale: tempo 10 minuti è il prodotto si “asciuga” senza appicciare e senza seccare le labbea. Il colore che ho scelto, il numero 28, è un bel berry caldo e pigmentato,un colore intenso che fa la sua figura anche da solo ma che in combo con la matita labbra kiko assume una sfumatura leggermente cupa,adorabile.

E voi,scoperte interessanti? Siete già alle prese con i regali di Natale?

/Raspberry

November favorites & most played:

P1140727

 

Caudalie Gentle Cleansing Milk:

Ho acquistato questo latte detergente perchè mi trovo in un momento critico “riordino subito il mio latte d’ordinanza o provo l’ebrezza della novità?”. La risposta per ora è “aspetto la fine della crema idratante e riordino il mio latte”. Cercavo qualcosa per l’attesa e ho beccato l’intera linea Caudalie in offerta nella mia farmacia di fiducia ed eccoci qui. Questo è un semplicissimo latte detergente per pelli secche sensibili,senza parabeni,siliconi,oli minerali e schifezze varie,non comedogeno e con un packaging adorabile-diciamocelo – . Ho preso la minitaglia alla modica cifra di 6,50 e devo ancora capire se mi piace o meno. Per ora posso dire che è sicuramente un prodotto delicato, scioglie bene il trucco del viso e non secca la pelle. L’unico neo è la leggera patina che lascia sul viso e che richiede la rimozione con un panno in microfibra – perfetto – o con un detergente schiumogeno delicato – perfetto uguale – . Voglio vedere come si comporta con l’uso costante,vi farò sapere.

Caudalie Soin De Levres Trattamento labbra :

Ho finalmente accettato la fine del balsamo labbra dei Provenzali al burro di karitè e mi serviva urgentemente qualcosa, et voilè. Questo balsamo mi piace,lascia le labbra un tantino lucide appena applicato ma dopo pochi minuti l’effetto lucido scompare e le labbra sono morbide e idratate. Mi piace anche applicato – in quantità industriali – come trattamento notturno. Credo che prenderò qualcosa di più strong per la notte e continuerò ad usarlo solo di giorno. Il freddè è arrivato purtroppo.

*sample: Fitocose Crema Jalus Plus:

Ho ricevuto ben tre sample nel mio ultimo ordine Fitocose e dato che non avevo chiesto nulla la cosa mi ha piacevolmente colpita. Siccome i campioncini della ditta sono piuttosto generosi e questa crema decisamente corposa sono riuscita non solo ad applicarla spesso ma a conservarne una discreta quantità. Come dicevo si tratta di una crema ricca e corposa,pensata per pelli mature. L’ho applicata con piacere la sera dato che la mia pelle ultimamente ha deciso di virare al “secco” come mai prima d’ora e devo dire che non mi dispiace: idrata, ha una texture ricca ma non pastosa e al mattino la mia pelle è ancora morbida ma non unta. Non so se la comprerò in full-size ma merita una nota positiva!

Kiko Virtual Dream lip pencil n°06 bold rougenoir”:

Se vi piacciono i rossetti scuri o in questo caso le matite (è disponibile un rossetto nella stessa tonalità) correte a dargli un’occhiata perchè questa tonalità è splendida. Un rosso cupo con una punta di marrone,è la matita che indossa la modella nella foto promozionale in combo con il famoso rossetto ed è davvero splendida. La uso sia da sola,dopo aver idratato bene le labbra, sia in combo con alcuni dei miei rossetti preferiti e funziona perfettamente. E’ pigmentata, scorrevole ma non troppo e si fissa sulle labbra senza sbavare. Tanti cuori.

MAC Lipstick Russian Red:

Il mio rosso.

la bellezza di questo rossetto non finirà mai di stupirmi.

Clinique Chubby Stick for eyes “Lavish lilac”: 

Questo è stato il mese della culopesanteria ergo il mese degli ombretti cremosi (qui i miei preferiti con swatches verosimili). Lavish Lilac è stato quello che ho usato più spesso,uno splendido lilla con una punta di grigio,bellissimo.

 

E voi?

Quali sono i vostri prodotti preferiti? Avete idee regalo per natale?

 

November favorites & most played:

#wishlist 1

1. MAC Lipstick “Diva” – 2. Illamasqua Cream Blush “Zygomatic” – 3. Hourglass Veil Mineral Primer- 4. Hourglass Ambient Light “Dim Light” – 5. Hourglass Opaque liquid lipstick “Icon” -6. Sugarpill Eyeshadow “Love+”.
Ecco a voi la prima wihslist.
Ce ne saranno altre e probabilmente acquisterò al massimo uno o due dei prodotti che vi mostrerò,un post inutile  ma sognare non costa nulla. Si nota una leggera voglia di provare i prodotti Hourglass?
Come vedete la Ambient Light è ferma tra le cose che voglio comprare da secoli e probabilmente morirò prima di decidere se voglio la Dim Light o la Diffused Light,sono questi i  pensieri che mi tengono sveglia la notte.
Stessa storia per Diva,un rossetto che voglio comprare da quando MAC ha aperto lo store online e che quest’anno ho esplicitamente chiesto a mia sorella. Zygomatic è un desiderio figlio della mia recente ossessione per il conturing e della mia voglia di provare un prodotto in crema.Devo ancora decidere se sarà lui o se spenderò i miei denari altrove e questo sarà probabilmente il mio auto-regalo ma nulla è deciso -disse la ragazza che non voleva comprarsi niente,quella che non scriveva wishlist – l”ombretto Sugarpill è figo e dovrebbe essere anche super super pigmentato..
La coerenza,questa sconosciuta.
E voi, vi piace sognare di tanto in tanto?
riempite carrelli immaginari su SpaceNk?(tanto per citare un sito a caso)
parliamone.

#wishlist 1