Red Therapy : Russian Red

giornata storta? rossetto rosso.

Per me è stato sempre così,il rossetto rosso è la risposta. Sono metereopatica ed emotivamente instabile don’t worry be happy?sticazzi. Il rossetto rosso funziona meglio del vecchio Bob(che fa comunque il suo santo dovere in altri momenti,quindi riposa in pace Bob non cel’ho con te) è il mio antidepressivo. E così ecco a voi la prima puntata della “Red Therapy” una piccola serie di post fotografici sparaposepiùchemaiailmitidelladecenzaedelbuongusto dedicati ai miei rossetti rossi preferiti. Inizio con quello che è stato il primo prodotto MAC a finire nella “lista dei desideri” : Russian Red. Come anche le pietre sanno si tratta di un rossetto rosso acceso opaco dal sottotono blue,veramente bellissimo,elegante,adorabile. E’ il mio rosso da “serata con amici,birra,cibo,sigarete” perchè ha una durata molto buona (vi avevo accennato il mio amore qui).

Non aggiungo altro perchè credo che veramente tutti conoscano questa meraviglia,io come sempre arrivo con un ritardo di diecimila secoli ma pazienza,meglio tardi che mai.

byebye

Annunci
Red Therapy : Russian Red

Tutta colpa di quella review 1° : Smalto Shaka “Disco Violet”:

Siamo oneste,

a chi non è mai capitato?! sei a casa,fuori piove o non piove cambia poco,stai cazzeggiando su internet e vai a fare il tuo solito “giretto per i blog preferiti”,leggi una review,un tag e poi succede: oh che carino,bel colore! leggi la recensione e la situazione peggiora. La review ovviamente è scritta bene,magari da una blogger che segui,che non viene pagata per le opinioni scritte,che ha testato realmente il prodotto e che ne descrive pregi e difetti. Fai due conti e se si tratta di una cosina piccina,poco costosa e che ti ritrovi davanti al naso pochi giorni dopo è quasi inevitabile: mio!

Ho pensato di raccogliere in una serie di post gli acquisti di questo tipo,che saranno principalmente poco cari e difficilmente prodotti per la base viso o la skin care(per quelli ci vogliono lunghi periodi di riflessione e ricerche). Citerò ovviamente “la recensione colpevole” e LA colpevole XD

Il prodotto di oggi è uno smalto. Sono in fase di assortimento per quanto riguarda gli smalti e con la scusa che finalmente ho smesso di smangiucchiarmi le unchie cedo facilmente quando vedo qualcosa di carino se poi costa pure poco poco…1,99,daichesonosolodueeurii

Lo smalto di cui vi voglio parlare è di Shaka,marchio ormai conosciuto che trovate all’OVS,e il colore è Disco Violet.  Quando ho visto le foto del post me ne sono innamorata e siccome sono capitata all’OVS pochi giorni dopo ho deciso di prenderlo. So che molte hanno difficoltà a repereri smalti di questa marca o che spesso trovano espositori devastati. Io sono stata fortunata perchè nonostante le condizioni un pò malmesse dello stand ho trovato due colori carini e uno dei due è proprio quello che cercavo.
La review tentatrice è questa e la blogger colpevole è Misato!

Ed ecco a voi lo smalto in questione:

l’unico punto a sfavore è la rimozione perchè i microglitterini si depositano un pò ovunque ma basta un pò di pazienza,poca.

Era un pò che cercavo un colore simile. Ha un riflesso molto particolare anche con una sola passata,in foto ne vedete due + top coat. Sono curiosa di sovrapporlo a smalti più scuri perchè penso possa regalare grandi soddiafazioni. Vi farò sapere!

a presto 🙂

Tutta colpa di quella review 1° : Smalto Shaka “Disco Violet”:

La Roche Posay Fondotinta Toleriane Teint “fluido correttore”:

dal sito:

Corregge tutte le imperfezioni e uniforma perfettamente il colorito della pelle grazie al suo elevato potere coprente. Arricchita in un nuovo agente brevettato, la sua formula ultra-modulabile si stende facilmente per un risultato maquillage naturale, senza marcare e per un comfort a lunga durata. Elevata tollerabilità. Senza conservanti. Testato su pelle sensibile o intollerante. Non comedogeno.
Disponibile in 6 tonalità.

SPF 25
Tubo 30 ml

Oggi vi parlo del fondotinta liquido che sta per lasciarmi(ciao caro ciao) il Toleraine Teint di La Roche Posay. Qusto fondotinta,studiato per le pelli sensibili e intolleranti promette coprenza senza effetto maschera e massima tollerabilità cutanea. Inizio subito col ripetere la solita solfa riguardo al mio tipo di pelle:acneica,sensibile e molto reattiva. Ho preso questo fondo circa un anno fa poichè a causa di una saponetta maledetta mi sono ritrovata a subire un pauroso rebound,la saponettaccia prima ha migliorato molto l’aspetto della pelle poi mi ha regalato una meravigliosa esplosione di cisti acneiche. La causa? semplice,troppo sgrassante e con l’uso frequente mi sono ritrovata in una situazione a dir poco deprimente:

in arrivo immagini forti,se vi disgustano o causano problemi e venite assalite dalla voglia di commentare con poco tatto risparmiatevi la fatica:

*

per i primi due mesi ovviamente non ho messo nulla,zero trucco e molta rabbia,col tempo poi le pustole si sono sgonfiate e sfiammate lasciando la pelle irritata e tempestata di macchioline(evviva!). Inutile dire che non ho mai passato tanto tempo in casa,praticamente uscivo solo per portare a spasso i cani alle due di notte e alle 6 del mattino,meraviglia *_*

*ecco la pelle dopo un paio di  mesi  le pustole si sono sgonfiate ma ci sono molte macchie

Quando la pelle si è calmata e le pustole sfiammate ho deciso di affrontare il problema :copertura macchie. Siccome la pelle era ancora irritata e non sopportava il contatto con qualsiasi tipo di pennello o spugnetta ho deciso di provare un fondo liquido e lasciare momentaneamente il minerale.

Ceravo qualcosa di coprente e dando un’occhiatina in rete ho scelto di provare il Toleraine. Questo fondo lo trovate in farmacia al costo di 18,50 euro. Ho provato altri fondotinta “da farmacia”come il Dermablend di Vichy ma non mi sono mai trovata granchè  bene. Sono spesso molto coprenti,anche troppo,e quindi via libera al tanto odiato effetto maschera. Questo è meno pastoso dei soliti,ha una consistenza cremosa che lo rende estremamente semplice da stendere anche con le dita. Copre abbastanza e permette anche di stratificare senza marcare troppo,applicato con un pennello l’effetto è molto più naturale ma comunque coprente. Alcune review su internet parlano di effetto matte ma io mi sento di dire “anche no” necessita anzi di una buona cipria opacizzante,altrimenti lucida e non poco. In estate dovete evitarlo come la peste ma per l’inverno va bene. Oramai lo uso solo in determinate zone del viso e principalmente perchè ora che il peggio è passato preferisco il minerale quindi lo sto finendo come correttore.Non mi ha causato reazioni allergiche o peggiorato la situazione “acne” quindi direi che non è comedogeno(non mentono quelli della Roche Posay ma testano quindi non rivredanno i miei soldini). In sintesi se cercate un fondotinta coprente e la vostra pelle è soggetta a irritazioni potrebbe fare al caso vostro.

io uso la tonalità più chiara,n°10 “ivory”,leggermente giallino

inci: Aqua, undecane, tridecane, glycerin, polyglyceryl-4 isostereate, pentylene glycol, cetyl PEG/PPG-10/1 dimethicone, hexyl laurate, magnesium sulfate, disteardimonium hectorite, acetylated glycol stereate, acetyl dipeptide-1 cetyl ester, ethylexylglycerin, tristearin, cellulose gum, acrylates copolymer, disodium stearoyl glutamate, aluminium hydroxyde, may contain CI 77891/ titanium dioxide, CI 77499, CI77492, CI 77491 / iron oxide.**

*le foto non sono state scattate appositamente per la review,ho pensato che potrebbero essere utili per capire la situazione della mia pelle al momento dell’acquisto,quindi chiedo scusa per la scarsa qualità e aggiungo che no,non mi “sparo la posa” con la sigaretta in mano,questa fase è stata abbondantemente superata compiuti i sedici anni. ah,fumare fa male,lo so.

** l’inci è stato copiato dal forum L’angolo di Lola,che consiglio è una vera miniera di informazioni utili.

La Roche Posay Fondotinta Toleriane Teint “fluido correttore”:

Pioggia acida

Ebbene si!

Dal titolo molte di voi(tutte credo)avranno intuito il tema di questo post. Sono tra le tante persone che hanno acquistato la duochrome,precisamente il giorno in cui è stata messa in vendita sul sito ufficiale neve,causa colpo di fulmine accecante. E’ quindi nelle mie mani da un pò,non tantissimo infatti questa non è una review dell’intera palette(il web è pieno di post a riguardo,più validi di questo of course e non mancherò di indicarvi quelli preferiti dalla sottoscritta a pie’ pagina) bensì di uno dei colori che sto amando di più: pioggia acida. Dico che è presto per parlare dell’intera palette perchè si tratta di dieci ombretti duochrome(ma vaaaaaaaa?! seeee?!) e rappresentano una novità per una nonprorioamante del colore,come me. Ho una collezione veramente imbarazzante di ombretti in toni  che vanno dal nero assoluto al grigio in tutte le possibili salse e finish,molti marroni,bronzi,toni nude( no,la naked non cel’ho) ma quando si inizia a parlare di “colore” il mio beutycase corre a nascondersi sotto al letto. Ho sempre avuto un rapporto di amore-odio con i look molto colorati,spesso li amo addosso agli altri e li vedo malissimo su di me. Quindi direte voi che ca**o ci faccio io con la duochrome??

“ci faccio” eccome.

Inanzitutto mi preme sfatare un mito “gli ombretti duochrome sono difficili da applicare”,insomma,se ci riesco io possono farlo veramente tutti(animali di grossa taglia compresi),questi poi hanno una consistenza meravigliosamente morbida ,si sfumano praticamente da soli,amore <3.Altra cosa che ho scoperto di amare di questa tipologia di ombretti è che spesso basta veramente un solo colore per realizzare qualcosa di piacevole da vedere con il minimo sforzo. *Veleno ad’esempio è perfetto per realizzare uno smokey soft in coppia con un khol marrone e chili di mascara,ma siamo nella mia confort-zone,quindi ve ne parlerò poi* 

Per superare l’ostacolo “troppo coloraro,acceso,cazziemazzi”ho scelto di iniziare un colore per volta e tentare abbinamenti a piccoli passi. Sono abituata a vedermi con look naturali o molto scuri,un prugna intenso mi spaventa meno di un teal o di un fuxia,per capirci.Quindi non vedrete niente di particolarmente interessante da questo punto di vista(io però ho visto cose interessanti,le troverete tutte insieme appassionatamente alla fine) Ma torniamo a noi anzi a lui.

Pioggia acida è descritto da Neve come un “verde freddo con riflessi oro” ,niente da ridire.

Non era tra i colori che mi hanno spinto a comprare la palette(vedi mela stregata,chimera e alchimista) forse per questo mi ha sorpreso tanto piacevolmente,è davvero splendido. Mi piace molto applicarlo da solo,una riga di eye-liner o matita,tanto mascara e un bel rossetto rosso in coppia con veleno poi è meraviglia pura,ma ritorniamo ai marroni e quelli meritano un post a parte,ho molto da dire a riguardo..

*da notare il meraviglioso sfondo caotico.

Prodotti usati:

viso:

  • fondotinta La Roche Posay fluido correttore -ivory
  • fondotinta BaremineralsMatte- golden fair
  • correttore stick Max Factor – ivory
  • cipria Matte Nevecosmetics

occhi:

  • ombretto duochrome Nevecosmetics – pioggia acida
  • Shiseido Smoothing Eyeliner Pencil – brown
  • matita Diego Della Palma – panna
  • ombretto Catrice  90
  • mascara Essence I love extreme
  • mascara Chanel Sublime (ciglia inferiori)
  • Catrice eyebrow set + eyeliner marrone scuro ck per le sopracciglia

*lo smalto:è di Catrice,  “Genius in a bottle”,dupe (o quantomeno fratello-cugino) del celebre Peridot di Chanel,l’avevo un pò abbandonato ma pioggia acida mi ha fatto venir voglia di riapplicarlo.

Ed ecco un pò di bei post dedicati alla Duochrome:

review dell’intera palette dal blog di Ere K.’s Beauty Shelf

un pò di bei look qui:

post di Misato-san

post di Darkness

post di Make-up Pleasure

post di Piccolo Uruk hai

a presto 😀

Pioggia acida