Fitocose: Olio detergente al tea tree oil:

 

Prima di parlarvi di questo prodotto è necessaria una confessione a cuore aperto: i prodotti multiuso esercitano su di me una sorta di fascino particolare, l’idea di un solo prodotto che riesce a fare magari bene più di una cosa mi attira non poco. Nello specifico questo olio detergente oltre che multiuso contiene tea tree altra fissa del momento insieme agli idrolati,ma per quello faremo un discorso a parte,forse. Vediamo come lo descrive Fitocose :

P1040950

sfondi ricercati

caratteritische:

Tea Tree (Melaleuca alternifolia) è una pianta legnosa originaria dell’Australia che può raggiungere i 6 metri di altezza. II prezioso olio ricavato dalle foglie veniva usato già dagli aborigeni più di 1000 anni fa come “pronto soccorso naturale”. Grazie alle proprietà sanitizzanti e purificanti dell’olio essenziale di tea tree , questo  olio detergente   è in grado di garantire una  profonda igiene e pulizia della cute

modo d’uso:

Applicare sul viso o sul cuoi capelluto  precedentemente inumiditi  con  leggero  massaggio fino alla formazione di una leggera schiuma . Indi risciacquare abbondantemente con acqua tiepida

inci:

Aqua – Aloe barbadensis gel*- Sodium cocoamphoacetate – Glycerin – Lauryl glucoside – Sodium cocoyl glutamate – Sodium Lauryl glucose carboxylate – Helianthus annuus seed oil*- Melaleuca alternifolia  oil – Glyceryl oleate – Citrus dulcis oil*- Glycerin – Xatham gum – Potassium sorbate – Profumo**- Limonene
*da coltivazione biologica
**da oli essenziali naturali

Certificato di conformità:
Codice verde Fitocose CV 602
99,8% di ingredienti naturali e orig. naturale
23% di ingredienti da coltivazione biologica

Biodizionario.it
14 semafori verdi
2 semafori gialli: Sodium lauryl glucose carboxylate
(tensioattivo anionico deboluccio:-)
Limonene
(allergene dell’olio ess.Arancio bio)
0 semafori rossi

prezzo: 6,07 (ordinando dal sito ufficiale)

Nonostante il nome questo prodotto si presenta come un normale sapone dalla consistenza medio-liqudida e di colore biancastro. La prima cosa che mi ha colpito nel senso letterale del termine e il fortissimo odore di tea tree che fortunatamente scompare dopo il risciaquo. Usato come detergente viso quotidiano è decisamente strong per la mia pelle delicata ma mi piace alternarlo con il gel all’aoloe e azulene e spesso mi ha aiutato a contrastare i maledetti brufolazzi da ciclo. Ovviamente non fa miracoli e per i brufoli sono sicuramente più efficaci “toccature” con olio di tea tree ma la mia pelle non lo sopporta mentre sembra gradire i detergenti che lo contengono. In sintesi se avete intenzione di usarlo come detergente viso e avete la pelle sensibile e reattiva ve lo sconsiglio,almeno per l’uso quotidiano,mentre potrebbe essere utile per le pelli grasse*.  L’ho provato anche  come shampoo massandolo sul cuoio capelluto preedentemente inumidito e …. per me è no! Ho i capelli grassi e da un pò di tempo a  ho sostituito i mei shampacci brutti e cattivi con prodotti eco-bio ottenendo risultati soddisfacenti fin dalle prime applicazioni mentre con questo invece ho capito subito di aver toppato,mi spiego:inanzitutto è liquino quindi ce ne vogliono quantità industriali,non fa schiuma e secca molto i capelli(non sognatevi di saltare il balsamo,vi trovereste con un unico tronco di capelli arrotolati e secchi) come se non bastasse  dopo due giorni i capelli sono sporchi come accadeva con i prodotti della vecchia scuola,in più sembra influire negativamente anche sulla questione “volume”, ok che i miei capelli sono molto lisci e sottili ma con questo qui sembro la sorella sfigata della Lavigne ai tempi di “Complicated” e no,no grazie.

Non penso che lo ricomprerò visto che speravo di poter sfruttare il suo duplice utilizzo,magari proverò qualche detergente viso con tea tree. I consigli sono ben accetti (:

*un consiglio spassionato: dopo la detersione  ho usato sempre l’olio di jojoba e   siccome la combo mi è piaciuta molto ve la consiglio, l’olio di jojoba nutre la pelle e la leggera sensazione di secchezza lasciata dal detergente scompare immediatamente. niente rebound e vendette varie.

e voi avete mai provato questo detergente?
 
 
Annunci
Fitocose: Olio detergente al tea tree oil:

Fitocose: Crema levigante alla farina di mandorle.

dal sito:

-Emulsione cremosa, molto spalmabile di aspetto granuloso per la presenza di particelle solide minutissime ottenute dalla triturazione del guscio di Mandorla.

modo d’uso: Sul viso applicare il prodotto con i polpastrelli delle dita massaggiando lievemente sulle zone dove la pelle è più spessa. Far durare il massaggio per circa 2-3 minuti, indi risciacquare con acqua
Non ripetere il trattamento più di 1-2 volte la settimana.
Da non usare per l’igiene dei bambini al di sotto dei 10 anni

L’azione esfoliante di tipo meccanico ottenuta massaggiando la crema sul viso e sul corpo facilita l’allontanamento dalla superficie epidermica delle cellule cornee più esterne con l’ottenimento di una pelle più liscia, viva e luminosa.

insomma abbiamo ampiamente stabilito di cosa si tratta,ma veniamo al dunque: ho ordinato questa cremina (scrub,crema levigante it’s the same) da usare una volta alla settimana per pulire più a fondo la pelle,eliminare le cellule morte e tante altre belle cose.dopo un periodo di prova di 6 mesi sono qui a dirvi la mia.

fin dalla prima applicazione ho amato il buonissimo profumo di questo scrub,ha un delicato odore di mandorle(molto delicato quindi se non vi piace sappiate che non è per nulla invadente e  scompare una volta lavato via) . personalmente lo utilizzo  una volta alla settimana:massaggio il prodotto sul viso,labbra e collo per un paio di minuti e poi lavo via con acqua fresca. la pelle appare subito più luminosa e morbida e il lieve rossore dato dall’atto meccanico di massaggiare scompare dopo pochi minuti. è sicuramente uno degli scrub più delicati che ho provato,nonostante i gusci di noce tritati si sentano,la pelle non ne risente,cosa che mi ha piacevolmente stupito,vista la delicatezza della mia.

mi toccherà riorinarla nel formato grande (da 100ml) visto che la uso con soddisfazione anche per il corpo,insistendo maggiormente su gomiti,ginocchia e talloni. è diventato una piacevole abitudine sotto la doccia e la pelle ringrazia: più morbida e più liscia.

vi lascio l’inci(ovviamente verde) dal sito www.fitocose.it :

Aqua – Aloe barbadensis gel*- Helianthus annuus seed oil*- Cetearyl alcohol – Glycerin*- Glyceryl Stearate – Prunus amygdalus fruit powder – Sodium stearoyl lactylate – Glyceryl stearate citrate – Coco caprylate – Xanthan gum – Potassium sorbate – Salicylic acid – Capryloyl glycine –  Rosmarinus officinalis extract – Brassica napus seed oil – Sodium phytate – Citric acid – Profumo.     
*da agricoltura biologica
Certificato di conformità:
Codice verde  Fitocose CV254
99,2% di ingredienti naturali e di deriv. naturale
54% di ingredienti da coltivazione biologicaBiodizionario.it
17 semafori verdi
2 semafori gialli:Salicylic acid,
Sodium dehydroacetate
(conservanti ammessi da Cosmos-Standard)
0 semafori rossi
  • consigliata? assolutamente si
  • pro: delicata,ottimo profumo,basta poco prodotto,inci,prezzo
  • contro: l’odore di mandorle a seconda dei gusti,ma non è persistente.
  • prezzo: 8,29 per 50ml,12,96 per 100ml

🙂

Fitocose: Crema levigante alla farina di mandorle.

la mia beauty routine #idratazione

Idratazione: una faccenda complicata.Se soffri di acne trovare la crema idratante adatta non è semplice tantopercambiare. Nel mio caso specifico cercavo un prodotto idratante e riequilibrante,adatto ad una pelle delicata e stressata dall’uso di prodotti decisamente sbagliati e dei quali vi parlerò prossimamente con un bel posto intitolato: “sòle di proporzioni epiche”,ma questa è un’altra storia,passiamo alle cremine!

Il primo prodotto di cui vi parlo è quello che mi è piaciuto di più e che mi ha aiutato tantissimo in un periodo in cui qualsiasi crema veniva,condetemi un francesismo, sputata fuori alla velocità della luce accompagnata da irritazioni e prurito. Uso questo prodotto da un mese e ne sono veramente entusiasta e penso che,insieme al gel all’aloe e azulene,è un prodotto che riordinerò a breve,eccolo qui:

jalus green siero equilibrante:

dal sito: “E’ un siero idratante adatto come equilibrante sia per le pelli che necessitano di acqua che per quelle asfittiche spente,precocemente invecchiate e sensibilizzate dall’uso improrio di cosmetici inadatti. L’estratto di semi di Tamarindo  utilizzato è un polimero naturale con proprietà visco-elastiche che ha la capacità di legare in modo fisiologico molta acqua e di ripristinare il giusto tasso di umidità sull’epidermide rallentando in modo fisiologico il processo di evaporazione dell’acqua .”

In questo caso devo dire che la descrizione del sito calza veramente a pennello. Il prodotto si presenta come un gel di consistenza molto liquida,si assorbe in pochissimo tempo. Lo applico picchiettandolo sul viso. Lascia la pelle morbida,ha un leggero effetto filmante che stranamente non mi da nessun fastidio e spesso lo uso senza applicare nessuna crema idratante. Per me è stata veramente una mano santa,ha riequilibrato le zone eccesivamente secche del viso senza lucidare la zona t e senza regalarmi nuovi brufoli,quindi non posso che adorare questo siero! Molto comodo anche l’erogatore che permette di dosare bene il prodotto:

  • consigliato: si!
  • voto 0/5 : 5
  • pro: riequilibrante,leggero,non irrita.
  • contro: potrebbe dar fastidio l’effetto filmante che lascia sulla pelle
  • prezzo: 15,67 euro

Volevo provare anche una crema idratante,ho scelto questo crema qui:

crema idratante all’aloe e azulene:

dal sito: “Crema delicata a base di succo d’Aloe e Azulene indicata nel trattamento cosmetico della pelle sensibile e facilmente irritabile.”

Questa crema non mi è piaciuta particolarmente,o meglio non mi sento di bocciarla come crema perchè è molto idratante e altrettanto delicata,non mi ha causato nessun arrossamento ma non va bene perchè tende a lucidare troppo la pelle durante il giorno e non posso per questo usarla come base per il make-up. C’è da dire però che sto usando un fondotinta fluido(che non tanto mi piace ma anche questa è un’altra storia,che parla di dermatologi e irritazioni)la riproverò quando tornerò al minerale. Per ora la applico solo quando sento la pelle particolarmente secca e rigorosamente di sera.Penso però che per una ragazza con la pelle sensibile e tendenzialemente secca,o almeno non mista/acneica come la mia possa andar bene. La consistenza è leggera,non si assorbe alla velocità della luce ma è pur sempre una crema,va spalmata bene. Ha un colore simpatico determinato dall’azulene,azzurro delicato,e un profumo altrettanto soft

  • consigliata: si con riserva
  • voto 0/5: 4
  • pro: idratante,delicata,profumo gradevole
  • contro: non trovo dei veri punti a suo sfavore,semplicemente non è adatta alla mia pelle,la consiglio ad una pelle più secca
  • prezzo: 10,57

Ultimo prodotto,nuovamente promosso a pieni voti,è la protezione solare alla carota oil-free. Questa crema mi piace molto:ha un ottimo profumo,si assorbe in fretta e nonostante la presenza dell’ossido di zinco non mi fa “strato” come pensavo,mi piace mi piace mi piace:

crema solare viso alla carota oil-free:

dal sito:“Crema solare oil-free a base di filtri inorganici, indicata per la protezione solare UVA e UVB della pelle mista-grassa del viso. “

spf: 13

che dire,non unge,idrata e funziona bene anche come base trucco,perfetta!

  • consigliata: si!
  • voto 0/5: 4
  • pro: non unge,idrata e funziona come base,prezzo.
  • contro: fattore un pò basso
  • prezzo: 6,87 euro.
la mia beauty routine #idratazione