tag : 5 dischi che hanno cambiato la mia vita

Oggi vi propongo un post tag  diverso dal solito.
Lasciamo momentaneamente stare makeup e varie e parliamo di musica ovvero dei cinque dischi che hanno cambiato la nostra vita  – in meglio o in peggio a voi la scelta – questo tag è stato lanciato da una blogger che seguo da quando ho deciso di condividere le mie inutile considerazioni su questo pseudo beautyblog La Rockeuse.

10568971_10152626605174096_3762197521988099180_n          immagine rubata da Google.it

 

1. Radiohead Hail  to the thief:

Quando avevo tredici anni ho scoperto i Radiohead e ho vissuto una fase di vera e propria ossessione. Sognavo di ascoltarli dal vivo e alla fine il sogno si è avverato nella magica Firenze, un concerto meraviglioso. Il piccolo Thom – solo io lo credevo più alto? – ci ha deliziato con un concerto stupendo, ha riproposto alcuni tra i suoi brani più famosi come 2+2=5 contenuto proprio in questo cd. Ora non li ascolto tanto quanto prima ma questo album resta uno dei miei preferiti di sempre. (si,ha cantato anche la celebre Creep ma vi assicuro che i Radiohead hanno fatto di meglio, porca*)

2. Joy Division Closer:

Tralasciando il fatto che secondo il mio più che modesto parere questo è il miglior cd dei JD – Twenty fours hours? c’è,Heart and Soul? c’è –  a questo disco sono affezionata perchè mi ricorda un periodo molto bello della vita. Avevo sedici anni e mi sentivo libera, era tutto possibile,tutto nuovo. Sembrano passati secoli e io mi sento una novantenne quindi la chiudo qui. Ascoltatelo e fatemi sapere.

3. New Order Power,corruption & lies :

Questo  devo citarlo per forza: prendete nove mesi di gravidanza con l’umore sotto i piedi e zero voglia di musica fatta eccezione per questo cd. Non chiedetemi perchè, tutt’ora non me lo spiego – certo,questo è un disco stupendo, uno dei pochi che riesco ad ascoltare senza saltare una canzone e si,lo confesso,sono una di quelle detestabili persone che cambia canzone continuamente – fatto sta che per nove lunghissimi mesi ho ascoltato e riascoltato le canzoni contenute in quest’album e spesso è il cd con cui io e Ian – meglio conosciuto come “il piccolo despota” – ci addormentiamo.

4. 24 Grana Metaversus :

Ahhh Ciccio, mio caro Ciccio.
Conosco i 24 Grana grazie alla mia dolce metà – mi faccio schifo da sola per questa definizione ma tant’è – ogni volta che riascolto questo cd mi ritrovo nella sua vecchia y10 parcheggiata vicino alla spiaggia e noi siamo ancora due buoni amici che si confrontano,litigano e si fanno domande pseudo filosofiche sul domani. Se penso che ora,dopo quasi dieci anni, stiamo insieme e abbiamo un bimbo mi scappa la lacrimuccia. Sotto sotto sono una romanticona I know

5.  99 Posse Corto Circuito :

I 99 con le loro canzoni mi hanno spinta a entrare per la prima volta in un centro sociale – centro dal quale direi di non essere mai più uscita ma sorvoliamo  -e ho scoperto una realtà che adoro. Inoltre mi fanno ricordare i primi cortei,le proteste e la voglia di cambiamento che ha caratterizzato la mia adolescenza.

Rileggendo il post mi rendo conto che più che citare cinque dischi che mi hanno cambiato la vita vi ho rotto un tantino le scatole con storie personali, nostalgia,momenti di romanticismo che dimenticheremo in fretta – vero?  – e riflessioni sul senso della vita di dubbia utilità ma peace & love.

Ora sono super curiosa di sapere quali sono i cinque dischi che hanno cambiato la vostra vita? 

Annunci
tag : 5 dischi che hanno cambiato la mia vita

January and February most played…

Sono ancora viva e il fatto che la maggior parte dei miei post inizi con questa premessa la dice lunga.
Ultimamente scrivo poco e solo post di questo tipo quindi se vi siete scocciate vi capisco.
Purtroppo al momento ho davvero pochissimo tempo e no,non è tutta”colpa” del pupo e delle attenzioni che devo dedicarli, la colpa è dell’ennesimo trasloco. Chiamatemi “Rebecca senza fissa dimora” o “la maga dei cartoni” o “una sfigata patentata” a voi la scelta.
Comunque oggi vi parlo dei prodotti più usati dei mesi di Gennaio e Febbraio, non sono molti e ultimamente sono ripetitiva quanto uno spot della Eminflex e temo altrettanto noiosa.
piangersi addosso is the way.

eeee

Makeup For Ever HD Foundation n°117 “marble”:

Se siete alla ricerca di un fondotinta che vi garantisca una buona coprenza unita ad un effetto molto naturale questo è il vostro uomo. Ora capisco perchè tante ragazze lo adorano, è davvero un prodotto valido e nonostante sia nelle mie mani da un mesetto mi sento di inserirlo tra i miei cinque fondotinta preferiti EVA. Ha un finish opaco ma luminoso,non crea lo spiacevole effetto “piatto” di alcuni fondotinta opachi, rende benissimo sia dal vivo che in foto e ha una durata ottima anche senza cipria – va detto che la mia pelle è molto meno grassa del solito,la definirei mista con parecchie zone secche – non evidenzia screpolature e zone aride ma,nel mio caso,ho bisogno di applicare una buona crema idratante prima del fondo. Mi piace moltissimo e spero di riuscire a pubblicare un post di prima/dopo per mostrarvi al meglio la coprenza.
Quel giorno probabilmente vedrete volare i maiali ma vabbè..

NARS Pure Radiant Tinted Moisturaizer  n°1 “findalnd”:

Vi parlavo del colpo di fulmine scoccato tra me e questa crema colorata nel post precedente e non posso che confermare quanto di buono detto fin’ora. Aggiungo una goccia di fondotinta per ottenere una maggiore coprenza e via, la base perfetta quando ho poco tempo,poca voglia,tutti i miei pennelli sono sporchi. Credo che ci ameremo ancora di più quest’estate per via del fattore di protezione 30 – miticp – soldi ben spesi,yuppi.

Guerlain Le Météorites Compact n°2 Clair:

Quando Guerlain ha lanciato la sua nuova cipria compatta sapevo che l’avrei comprata anche se non avevo esattamente bisogno di una nuova cipria – o di un nuovo fondotinta ma questi sono dettagli – avevo grandi aspettative,forse troppo grandi.  Direi che per quanto riguarda la texture e l’applicazione ci siamo:uniforma leggermente l’incarnato e fissa i fondotinta più opachi senza risultare polverosa ma purtroppo c’è un MA. Ho avvistato dei brillantini : brillantini visibili e molesti. Mi chiedo come ho fatto a non notarli subito ma purtroppo ci sono o meglio io li vedo e questo è un dramma. Passerò le mie giornate chiedendomi se le persone che mi guardano li notano o probabilmente eviterò il contatto umano più del solito. Qualcuna di voi l’ha provata e sa dirmi se sono l’unica a vederli, ditemi che non esistono,che sono pazza. Aiutatemi.

Arval Rossetto cremoso satinato n°1:

Sicuramente il rossetto più usato del mese, un nude rosato semplice cremoso e semplice da applicare e riapplicare in giro. Un colore facile di quelli che danno un’aria curata al trucco senza risultare invadenti. Prima beccavo i prodotti Arval in una piccola profumeria vicino casa ma da un paio di mesi sono letteralmente scomparsi,peccato perchè questo colore l’avrei riacquistato volentieri.

MAC Viva Glam Rihanna II :

Quando volevo qualcosa di meno banale del rossetto sopracitato ma allo stesso tempo mi scocciava applicare un colore troppo cupo e “impegnativo” – Sin io ti amo tu lo sai – mi buttavo senza pensarci troppo su questa piccola meraviglia.  L’acquisto del 2014 per quanto riguarda i prodotti labbra.

Chloè Eau de Toilette:

Sto centellinando questo campioncino e dopo mesi di profonde riflessioni ho deciso che si,vale decisamente la pena comprare questo profumo.
Riflessioni profonde sul senso della vita solo qui,su abadgirlovesilence,yeah.

E voi? quali sono i prodotti che state usando più spesso? ormai lo sapete tutte che questa serie di post è stata ideata da Chiara vero? (qui trovate tutte le informazioni che volete)

a presto*

*state ridendo vero?! vi vedo.

January and February most played…