Lush Maisenza anche per me,grazie.

Lo so potevo evitare di scrivere questo post.
Lo so, di questo detergente hanno parlato TUTTI compreso il panettiere e il vecchio signore che gestisce quella piccola enoteca all’angolo.
Avete perfettamente ragione MA diciamocelo,quando mai questo blog ha trattato argomenti “alla moda”? quando mai mi sono resa utile parlandovi di un nuovo prodotto appena uscito? MAI.
Almeno sono coerente,ecco.

P1180066
Volevo provare il Maisenza di Lush da tempo immemore. Vi basti pensare che tra il dire e il fare questo prodotto,prima disponibile solo per un periodo limitato,è entrato a far parte della linea in maniera permanente. Potrete capire quanto ci metto per decidermi a fare qualcosa: secoli.
Alla fine mi sono decisa e ho trascinato il mio pesante didietro in una delle profumatissime – mio dio quanto – botteghe Lush e ho comprato il mio primo prodotto del marchio. Posso dirvi che sarà sicuramente il primo di una lunga serie perchè sono appena entrata in un tunnel dal quale sarà difficilissimo uscire.
P1180059

Siccome abbiamo chiarito che si tratterà di un post praticamente inutile evito di scusarmi per le ripetizioni di concetti che avrete letto anche sul volantino che vi lasciano al supermercato e vi parlo di questo benedetto sapone e della mia esperienza:

Il Maisenza è un detergente per il viso e per il corpo formulato per pulire e allo stesso tempo esfoliare delicatamente. Ha un profumo celestiale,la prima volta che ho aperto il barattolo ho passato diversi minuti ad annusarlo estasiata. Se non l’avete mai provato non potete capire la gioia di andare in giro con la faccia che sa di torta,son soddisfazioni.
Non temete però il profumo che rimane sul viso è delicato e per nulla fastidioso o almeno se non avete particolari problemi con le profumazioni dolci non ne avrete con questo detergente – ho già detto che sa di torta? a chi non piacciono le torte? chi non desidera una faccia che sa di torta? – nel dubbio potete chiederne un campioncino alle gentilissime commesse Lush per non rischiare, non si mai.

Riguardo agli effetti sulla mia pelle delicata e reattiva ho solo cose buone da dire ma prima la solita premessa:

la mia pelle: Sensibilizzata dall’acne e reattiva che è un piacere. al momento non ho particolari problemi di brufoli – macchie a parte ma questa è una altra storia – definirei  la mia pelle mista con prevalenza di zone secche e problemi di lucidità concentrati nella zona T.  Evito come la peste detergenti troppo sgrassanti e prediligo formulazioni cremose che puliscono la pelle senza irritarla. Ho da poco iniziato a familiarizzare con AHA e BHA(ne sentirete presto parlare) ma continuo a gradire anche esfolianti di tipo meccanico a patto che i granuli siano della giusta dimensione – no pietre grazie – .

Ho quasi finito la mia prima confezione e sono qui per urlare a gran voce il mio amore. Ebbene si,sono entrata anche io nel tunnel Lush e sono pronta a tornare in bottega per portare a casa la mia seconda confezione. Tra noi è stato subito amore, fin dalla prima applicazione ho apprezzato la consistenza cremosa e la leggera azione esfoliante che mi permette di mantenere la pelle morbida e pulita. I granuli sono molto sottili e riesco tranquillamente ad utilizzare questo prodotto tutti i giorni senza che la mia pelle reattiva e sensibile mi faccia pentire di essere nata inoltre da quando ho iniziato ad utilizzarlo quotidianamente posso  – quasi – rinunciare al mio scrub settimanale senza ritrovarmi il naso pieno zeppo di punti neri bleah.

E voi avete mai provato questo famosissimo detergente? prodotti Lush da consigliarmi? la vostra faccia profuma di torta?

Annunci
Lush Maisenza anche per me,grazie.

prodotti che mi fanno “ciao”: prodotti finiti,errori cosmetici e sòle varie..

Aspettando il pacco fitocose contenente il mio amatissimo struccante,l’unico che non mi causa nessuna reazione strana,mi ha spinto a tirar fuori qualche struccante abbandonato per finirlo e salutarlo. Mi sono imbattuta in prodotti che avevo lasciato per vari motivi e contemporaneamente ne ho finiti altri che stavo provando quindi eccovi una piccola lista di prodotti finiti e,nella maggior parte dei casi, abbandonati per sempre.

1 . Clinique Take The Day Off Cleansing Milk : addio,sparisci,non voglio vederti mai più:lascia la mia pelle unta nella zona t e secca sulle guance che di conseguenza iniziano a prudere, bocciato. in realtà era stato abbandonato da tempo ho provato a  finirlo in attesa del famoso pacchetto,ma nada.

2 .  Struccante Bifasico Fior di Magnolia: non so se lo ricomprerò,certo il rapporto qualità -prezzo è molto buono e strucca abbastanza in frettamascara waterproof e ombretti in crema,ma lascia qualche residuo di troppo per i miei gusti.

3 .  Struccante Occhi Beute Visage: preso per alternarlo allo struccante bifasico visto che non ho sempre bisogno di uno struccante occhi strong,ha un buon profumo e rinfresca molto. l’inci non è dei migliori,paragonabile a quello fior di magnolia(costa anche meno,circa 1,50)ma non so  se lo ricomprerò visto che il latte fitocose se la cava divinamente anche con il trucco occhi.

4 . Venus Latte detergente viso occhi  alla vit c : addio:”strucca con dolcezza,dona luminosità e confort” fa l’esatto contrario,inci pessimo(paraffinum liquidum al secondo posto)secca,non strucca con facilità, costa poco ma una ciofeca è una ciofeca XD

5 .  Clinique Exfoliant Scrub gommage tonique: preso quanto ero convinta che la mia pelle andasse sgrassata in maniera decisa(come se fosse una padella,per capirci). è sicuramente l’esfoliante più forte che abbia mai provato,gratta letteralmente la pelle e contiene mentolo che dovrebbe regalare una paradisiaca sensazione di frschezza, nel mio caso irrita semplicemente la pelle,la secca terribilmente e lei si mette a produrre il triplo del sebo per rimediare al danno fatto: una sòla di proporzioni cosmiche finito come scrub piedi. addio.

6 .  Clinique Clarifying Lotion 3 : trattasi di una lozione esfoliante che dovrebbe rimuovere delicatamente ogni forma di desquamazione preparando la pelle ad assorbire l’idratante successivo,comprato quando non sapevo nemmeno cosa fosse un INCI (alcohol al primo posto). mi ha seccato la pelle fin dalle prime applicazioni ma ero una giovane ragazza fiduciosa che pensava che asciugare la pelle fosse la soluzione,errore madornale visto che a fine barattolo mi ritrovai con la pelle sensibilizzata all’inverosimile,secca e che tirava da morire insomma una vera “sòla di proporzioni bibliche”. ho letto in giro che la nuova formula non presenta l’alcohol al primo posto dell’inci ma onestamente non mi interessa provarla.

*se vi interessa l’inci completo di uno dei prodotti citati chiedete e vi sarà dato.

prodotti che mi fanno “ciao”: prodotti finiti,errori cosmetici e sòle varie..