Rouge Bunny Rouge/ review e prime impressioni:

P1130549

Rouge Bunny Rouge: la felicità.

Quando ho scoperto l’esistenza di questo marchio ho passato due ore ad ammirare tutti i prodotti presenti sul sito e a leggere incantata le descrizioni. Sono letteralmente innamorata del concept di quest’azienda,del packaging meraviglioso e della qualità davvero alta di tutti i prodotti che ho provato fin’ora. Mi scuso in anticipo per il tono da invasata di questo post,ho provato a contenermi ma ho miseramente fallito.

qui il sito di Rouge Bunny Rouge,vi lascio una mezz’ora per riprendere i sensi.

quando si dice “potere del packaging..”

P1130551

Original Skin Blush “Delicata”:

Il nome non poteva essere più azzeccato:

Delicata è uno splendido blush beige-rosa con un delicato riflesso color pesca. Questo è il blush perfetto per rianimare in fretta gli zigomi ed è quello che scelgo più spesso quando ho poco tempo. In cialda può sembrare un colore intenso,adatto a diversi toni di pelle ma in realtà una volta applicato è piuttosto sheer e credo che non si vedrebbe su una pelle più scura di un NC20/25.
La texture è ottima,setosa e per nulla polverosa e il finish non completamente opaco è un utile alleato nella missione di supporto a Madre Natura intitolata”creiamo gli zigomi dal nulla” e a questo proposito aggiungo che in coppia con Taupe di NYX è la morte sua.

“result is ‘your skin but better’ effect; you’ll wonder how you blushed before”

allora,sono o non sono splendide le descrizioni?

kkjkjk

Highlighting Powder “Goddess”:

Questo illuminante è un regalo di quella santa donna di mia madre,appassionata di makeup dai gusti molto meno noiosi dei miei. Un giorno vi mostrerò il suo beuty per farvi capire cosa intendo. Da poco ha scoperto le gioie dello shopping online e il sito di RBR ha conquistato anche lei,buon sangue non mente. Sinceramente non avrei mai acquistato questo prodotto,un illuminante compatto dalla tonalità particolare: un rosa ambrato con riflessi dorati che mi intimoriva parecchio. Ero certa di creare dei patacconi orribili e di restituirlo al mittente in breve tempo e invece,sorpresa delle sorprese,l’ho usato tantissimo. Il merito di questo è sopratutto della texture: è talmente facile da sfumare che mi vien voglia di buttare tutte le altre polveri compatte che ho e costruirle un monumento in giardino. Il tono ambrato scalda leggermente l’incarnato e i riflessi dorati sono molto delicati tant’è che lo uso tranquillamente di giorno sulla mia pelle maledetta perchè non evidenzia i pori e non contiene brillantini improponibili. La luminosità è data da piccole  particelle luminose- fa molto profescional –  che si fondono con la pelle non da brillantini tamarri che vanno a spasso per tutta la faccia.

Long-Lasting eyeshadow : abyssian catbird,eclipse eagle:

Gli ombretti,parliamone:

Se pensate di regalarvi un prodotto del marchio vi consiglio di dare un’occhiata ai loro ombretti,ci sono delle tonalità che secondo me meritano davvero inoltre si chiamano Long lasting eyeshadow per un valido motivo – che bello quando i nomi non sono dati alla cazzer vè?!– visto che  durano ore e ore e ore. Sulla mia palpebra oleosa reggono tranquillamente per 6-7 ore anche senza primer. Ovviamente il colore col passare del tempo perde intensità ma resta comunque visibile sulla palpebra senza infilarsi nelle stramaledette pieghette.

Un miracolo.

I due colori che ho scelto rientrano decisamente nella mia confort zone: un grigio e un bronzo:

eclipse eagle: grigio prugna scuro con riflessi argentati,sulla palpebra risulta quasi specchiato, è il classico ombretto che anche solo fa la sua  figura e trovo sia perfetto per uno smokey soft e veloce. Credo metta meravigliosamente in risalto gli occhi castani e non oso immaginare l’effetto che potrebbe avere su quelli azzurri *SBAV*

abyssian catbird: bronzo con riflessi oro antico. A seconda di come viene colpito dalla luce si notano anche  dei leggeri riflessi verde oliva ma forse sono frutto della mia immaginazione – le domande che mi tengono sveglia la notte – .

eccola

Entrambi gli ombretti hanno una texture ottima,una pigmentazione checiaoproprio e si sfumano praticamente da soli. Ho qualche altro colore in wishlist che spero di regalarmi presto(Bejeweled Skylark parlo con te).

Siccome le mie foto non sono il massimo della vita vi linko una bella recensione che ho trovato sul blog di Make- up Compulsivo completa di foto fatte come si deve (potrete ammirare anche il sopracitato BS in tutto il suo splendore).

Colour Burst Lipstick “Inscribed in sheets” * :

P1130593

Questo colore sembra essere fuori produzione ma ho deciso di parlarvene comunque perchè ho apprezzato molto la formulazione e la resa di questo rossetto. In realtà avevo acquistato “Irreverence” un nude/rosato che mi stava da cani e che ho ceduto a mia cugina in scambio senza scattargli nemmeno una foto,sono o non sono una persona seria ed affidabile? anche no.

Inscribed in sheets è un rosa caldo con una puntina di marrone,una tonalità molto simile al colore naturale delle mie labbra.

P1130585

La formula di questo rossetto è cremosa e lucida,la pigmentazione è ottima ed è sufficiente una sola passata per ottenere un risultato soddisfacente. Anche se il colore è molto simile a quello naturale delle mie labbra riesco ad apprezzarne la coprenza e questo è un buon segno in vista del potenziale acquisto di un fratello – poratccio lui,tutto solo,fuori produzione,ha bisogno di un amico quanto io di uno psichiatra .Sulle labbra risulta morbido e confortevole,non si “sente” di aver messo il rossetto e non si ha la sensazione di prodotto in fuga tipica dei rossetti troppo cremosi (rossetti che odio profondamente). La durata è molto buona: considerando che si tratta di un prodotto cremoso mi aspettavo qualcosa al di sotto delle 3 ore invece questo rossetto se la cava decisamente bene,supera le 4 ore e non svanisce completamente nemmeno dopo un piccolo pasto. Cercando info in rete ho “scoperto” che molte ragazze paragonano questi rossetti,per finish e resa sulle labbra,agli Amplified di MAC. Purtroppo non ho rossetti con questo finish per fare un confronto quindi prendete questa informazione con le pinze.

Highlighting Liquid “Sea of clouds”:

P1130636Uso questo illuminante da poco tempo e anche se al momento sono soddisfatta dei risultati ottenuti preferisco non sbilanciarmi e testarlo ancora un po’. Le mie prime impressioni sono comunque positive,questo prodotto mi ha stupito e ancora una volta devo lodare la texture dei prodotti RBR,eccezionale. Quella di questo illuminante in particolare è leggerissima,scompare sulla pelle e cosa incredibile dura moltissime ore. Da un prdotto così soft non mi aspettavo una durata superiore alle 7 ore,decisamente no.

sea of clouds

Sea of clouds è un illuminante dalla tonalità fredda,swatchato i suoi riflessi ricordano la madreperla mentre una volta sfumato l’effetto è molto  delicato. Un illuminante “gentile”,passatemi la definizione. Le prime volte l’ho applicato mischiandolo ad una goccia di fondotinta poichè temevo di combinare pasticci ora preferisco applicarlo dopo aver truccato la base picchiettandolo direttamente nelle zone che voglio illuminare  e l’effetto è splendido. La texture leggerissima di questo prodotto fa si che per sfumarlo nel modo migliore sia sufficiente picchiettarlo delicatamente con le dita,ottimo risultato e minimo sforzo. Spero di riuscire a mostrarvi l’effetto in foto quanto prima.

Per ora è tutto:amore a profusione.

E voi avete mai provato prodotti del marchio? vi incuriosisce o non ne subite minimamente il fascino?

Io ho una wishlist imbarazzante e una gran voglia di provare uno dei loro fondotinta,aspetto tempi più lieti per farmi un regalo.

Annunci
Rouge Bunny Rouge/ review e prime impressioni:

Review Fitocose Crema eudermica alle ceramidi:

Dopo un vasetto finito e uno appena riacquistato credo sia giunta l’ora di parlarvi della crema idratante che mi fa felicemente compagnia da settembre:

la mia pelle:Mista,tendenzialmente acneica e molto sensibile. Tende a lucidarsi nella zona T mentre il resto del viso ha bisogndi una buona idratazione. Le creme troppo leggere spesso funzionano nelle zone miste del viso ma non idratano abbastanza la zona delle guance che reagisce seccandosi(con tanto di odiose pellicine)e tirando.

P1090032

descrizione dal sito Fitocose:

Idrata senza ungere. 

Le Ceramidi insieme ad altri lipidi come il colesterolo e acidi grassi, costituiscono la componente principale dello strato corneo in grado di controllare i passaggi dell’acqua attraverso la barriera cornea .  L’alta affinità delle ceramidi nei confronti della pelle unita alla presenza di acidi grassi poliinsaturi fanno di questa crema un mezzo ideale per trattenere il giusto tasso di umidità della pelle , ripristinare l’integrità dello strato corneo e far regredire le piccole rugosità di superficie.

Si tratta di una crema soffice,di media consistenza e molto piacevole da spalmare sul viso.Non  lascia nessuna “striscia bianca”(e qui ci sarebbero circa 600 doppi sensi ma passiamo),non “frena” durante l’applicazione e si assorbe abbastanza in fretta.Concordo con quanto afferma il sito Fitocose,idrata senza ungere e la pelle è subito morbida e compatta. Ha un profumo delicato che scompare in pochissimo tempo e che non credo possa dare fastidio a qualcuno(sa di pulito*_*).Ho letto che le ceramidi sono ben tollerate dalle pelli acneiche e dopo l’esperienza con questa crema sento di poter confermare,la mia pelle ama questa crema:

P1090028

funziona bene come base trucco(minerale e tradizionale) e la sera con l’aggiunta di qualche goccia d’olio di jojoba è un ottima crema notte. L’uso costante mi ha aiutato a riequilibrare le zone più secche e l’aspetto generale della pelle è migliorato e le odiate pellicine sono scomparse. Ho deciso di riacquistarla nonostante l’arrivo della stagione calda e di usarla come crema notte. Inizialmente ero un pò preoccupata dal PAO che è di soli 4 mesi ma,come mi è già successo con altre creme del marchio, è stato abbondantemente superato(dopo 9 mesi la crema era perfetta).

inci: Aqua – Aloe barbadensis gel*- Coco caprylate – Cetearyl alcohol – Squalane(da olio di oliva) – Helianthus annuus seed oil*- Polyglyceryl 3 stearate citrate – Butyrospermum parkji butter*- – Glyceryl stearate – Sodium PCA – Theobroma grandiflorum butter*- Rosa rubiginosa oil*- Ceramide 3 – Tocopheryl acetate – Xanthan gum – Sodium Hyaluronate (polimerico ad elevato peso molecolare ottenuto per  fermetazione da batteri non geneticamente modificati) – Rosmarinus officinalis extract – Brassica napus seed oil – Sodium dehydroacetate – Capryloyl glycine – Sodium phytate – Profumo**-Citronellol**- Geraniol**- Benzyl benzoate**- Linalool**Limonene**
*da agricoltura biologica
**da oli essenziali naturali

il prezzo sul sito ufficiale è di 13,41.

* fitocose ha ridotto di molto i temi di consegna che ad oggi sono di 7 gg lavorativi. Un grande miglioramento rispetto ai 20/25 giorni di attesa che scoraggiavano molte di persone(me compresa)

 

e voi avete mai provato questa crema? qual’è la vostra preferita?

 

Review Fitocose Crema eudermica alle ceramidi:

Astra Glosstylo n°03

oggi sono andata a caccia dei famosi ombretti cremosi Astra (questi qui per capirci).

pensavo di tornare a casa vittoriosa visto che sul sito ufficiale ho scoperto che ci sono ben due,e dico due, profumerie che trattano questo marchio nel paesino dove vive mia mamma. Inutile dire che ho trovato praticamente qualsiasi cosa Astra produca tranne gli ombretti cremosi. Stavo per lasciare la profumeria a mani vuote(ovvero solo con due smaltini) quando il mio occhietto “spendaccione” è caduto sui Glosstylo.

I Glosstylo non sono nient’altro che dei rossetti effetto gloss e in giro ne ho visti un sacco molto simili,di tutte le marche possibili e immaginabili. Ho deciso di provare un rosa,colore che di solito evito come la peste e presto scoprirete perchè(mi chiedo cos’avevo in testa quando ho scelto proprio il rosa):

Swatch:

le mie labbra “al naturale”:

ed eccolo indossato:

ed ecco perchè mi sono pentita del rosa:

-.-

Pro:

  • consistenza cremosa,facile da stendere
  • prezzo 4 euro.

Contro:

  • nel mio caso il colore,ma non è colpa del rossetto se il rosa mi sta da cani
  • reperibilità per alcuni
  • durata( del resto si tratta di un rossetto/gloss molto cremoso,non mi aspettavo niente di più)
Astra Glosstylo n°03

Astra Unlimited italian romantic colours n°82

una passata veloce per festeggiare la ricrescita delle mie unghie(devono ancora riprendersi del tutto) dopo anni di smangiucchiamenti selvaggi.

  • colore intenso fin dalla prima passata
  • pennellino comodo che permette di stendere agevolmente lo smalto(ci sono riuscita io che devo riprendere la mano)
  • prezzo contenuto (1,99 circa)
  • durata buona: 3 giorni senza top coat, 6-7 con top coat essence.
  • non contiene acrylamide, parafolmaldeide e toluene
Astra Unlimited italian romantic colours n°82