review: Chanel Vitalumiere Aqua

E’ da gennaio che voglio parlarvi di questo fondotinta,cosa saranno mai cinque miseri mesi di ritardo? dettagli.

P1160642

L’uso prolungato mi ha però permesso di chiarirmi definitivamente le idee su questo prodotto e ora posso scriverlo serenamente in grassetto: amo questo fondotinta.

Prima di parlarvene una piccola precisazione sulle attuali condizioni della mia pelle che gli ultimi mesi ha subito qualche cambiamento: interrotta la cura anti-acne(fine gennaio) la mia pelle è passata dall’essere misto-grassa a molto secca . La guance e il mento sono le zone che se la passano peggio e solo massicce dosi di olio di jojoba mi permettono di tenere a bada le odiate pellicine senza veder spuntare una marea di brufoli  – non ne vedo da tempo ma meglio non abbassare la guardia – l’unico punto del viso che continua a lucidarsi è il naso. Il mio naso brillerà sempre proprio come un faro nella notte scura.

Detto questo passiamo all’amato protagonista della review:

Se cercate un fondotinta molto coprente,di quelli che riducono ai minimi termini l’uso del correttore o se avete una pelle molto grassa questo non è – almeno secondo il mio modesto parere– il fondotinta che fa per voi.

Se invece cercate un fondotinta che non evidenzi le zone più secche del viso,dal finish naturale perfetto per il giorno e facile da applicare con le dita – anche quando siete di fretta o tutti i vostri pennelli sono zozzi – vi consiglio con tutto il cuore di rimediarne un sample in profumeria o di correre a swatcharlo selvaggiamente.
Il Vitalumiere Aqua di Chanel è un fondotinta  – scommetto che non l’aveva capito nessuno – dalla texture leggera e sottile e se siete tra quelle che preferiscono l’applicazione con le dita ve ne innamorerete all’istante. Personalmente sono da sempre una fan dei pennelli ma l’idea di avere tra i miei  – troppi – fondotinta un prodotto che mi soddisfi a pieno anche se applicato senza ricorrere alla bacchetta magica è rassicurante.

Riguardo alla coprenza nome e consistenza fanno pensare ad un prodotto poco coprente ma non è esattamente così:io definirei la coprenza modulabile, sufficiente per mitigare notevolmente l’aspetto di macchie post acne e rossori sparsi mentre per le imperfezioni più strong,come sempre, c’è il correttore.
Il finish è semi-opaco, risulta luminoso sul viso ma in modo naturale. Le ragazze che hanno la fortuna di avere una bella pelle – a voi tutta la mia invidia – apprezzeranno l’effetto “pelle liscia come il didietro di un poppante”. Ho avuto modo di vederlo indossato da persone che vantano tali fortune e l’effetto è davvero wow.
Io trovo l’effetto gradevole anche sulla mia pelle sfigata e proprio per questo l’ho eletto fondotinta preferito in assoluto per il giorno e per tutte le volte che voglio un effetto il più naturale possibile.
La durata è buona e con un velo di cipria (hollywood di Neve o HD di Chantecaille) rimane intatto per 6-7 ore, l’unica zona che si lucida leggermente è il naso ma nulla di tragico rispetto alle luminosità stile palla da discoteca al quale ero abituata.
Ciliegina sulla torta :  il packaging in plastica piccolo e compatto,comodissimo da portare in giro e semplicemente adorabile.

swatch:

P1160616
da sinistra: Bourjois Healty mix serum “vanilla” – Chanel Vitalumiere Aqua n°10 “beige”  – Maybelline Fit -Me n°105

e voi avete mai provato questo fondotinta?

Annunci
review: Chanel Vitalumiere Aqua

di sfiga cronica,traslochi e furti: un ritorno che non aspettava nessuno.

chiuso_per_sfigaimmagine allegramente rubata da google

Tornare a scrivere dopo un periodo di assenza così lungo è strano.
Avevo questo post fermo nelle bozze da tempo e ne rimandavo continuamente la pubblicazione perchè sono successe davvero tante cose e non so nemmeno io da che parte iniziare.
Mi sembra doveroso però raccontarvi il perchè della mia scomparsa prima di ripartire con argomenti – spero – più interessanti:
tutto è iniziato con l’ennesimo trasloco,lo stress legato al dover impacchettare per la quarta volta in quattro anni tutte le mie cose e i lavori di ristrutturazione del nuovo appartamento che si sono rivelati lunghi e snervanti – roba  tipo “La storia infinita”– . In una nuvola di polvere e stucco ho visto sparire la mia connessione internet e tutti i buoni propositi legati al blog e al voler postare più spesso sono andati a farsi benedire.
In seguito,gioia delle gioie,mi hanno svaligiato casa – o meglio casa di matre dove mi sono momentaneamente trasferita – hanno rubato di tutto: il mio pc da quattro soldi (vi erano salvate tutte le mie password personali compresa quella di paypal che risulta ancora bloccato),la mia fotocamera scadente,soldi e perfino la cipria in polvere libera Chanel ancora impacchettata.
E’ stato tremendo,ho bestemmiato più di uno scaricatore di porto ubriaco e mi sono assicurata un posto in prima fila all’inferno esattamente tra Silvio Berlusconi e Gigi d’Alessio.
Ora le cose sembrano andar meglio,ho recuperato una fotocamera e la voglia di scrivere sul blog e tornata quindi rieccomi – cori di gioia e petali di rosa al mio passaggio
Un post più interessante è quasi pronto e  tratta di prodotti per la base dato che negli ultimi mesi ne ho provati tanti, troppi per una faccia sola  e ho una gran voglia di parlarvene.

Ora me ne torno a leggere i vostri blog e ad accumulare nuovi bisogni,proprio come fanno le persone poco influenzabili..

a presto!

di sfiga cronica,traslochi e furti: un ritorno che non aspettava nessuno.