# io dico NO!

immagine blog violenzaDue post in un giorno per una che ne pubblica due in un mese è un record ma non potevo restare indifferente. Non è per la festa delle donne,le mimose non centrano un tubo e qualcosa che va oltre una ricorrenza la cui storia è stata nascosta sotto quintali di mimose e cioccolatini,si parla di violenza sulle donne. Io ho avuto modo di vederla quella violenza,di ascoltare incredula mia zia che inventava scuse per coprire segni evidenti di violenza. L’ho sentita piangere e l’ho vista lasciare la casa di quella bestia con due bambine,lei una donna decisa,forte mi è sembrata così fragile,sola.     Pensavo che con il tempo avrebbe superato il dolore ed ero sicura che la sua forza l’avrebbe salvata ma non è andata così,niente lieto fine,niente rivalsa. Oggi mia zia vive ancora in quella casa con quella bestia “non mi picchia più”,”è cambiato”,forse è vero,non ho più visto segni,niente lividi,niente graffi ma la violenza che ora subisce è forse peggiore di quella fisica. Mia zia passa le giornate sentendosi dire che è una nullità,che non sa fare bene nulla,che è solo una donna. Ora probabilmente vi chiederete perchè nessuno fa niente per portarla via da lì,per farla ragionare e probabilmente non mi crederete mentre vi spiego che è impossibile,che finchè non sarà lei la prima a volerlo,ad ammettere che quello che quell’uomo fa è sbagliato e orribile le cose non cambieranno mai.

Vi ho parlato di lei solo per ricordare a tutte le donne che possiamo,abbiamo il dovere,di essere forti e di non farci calpestare e di  riconoscere la violenza anche quando sono finite le botte e i lividi sembrano un ricordo del passato. Sopratutto volevo ricordare a tutte le donne che frasi come “lo faccio per le mie figlie”,”lo faccio per non sfasciare la famiglia” non hanno senso. Vorrei concludere con una frase ad effetto,uno spunto di riflessione ma l’unica parola che mi viene in mente è disgusto,dolore e disgusto.

Fai sentire la tua voce!

 

Annunci
# io dico NO!

2 pensieri su “# io dico NO!

  1. Un modo per ricordarsi che queste cose non avvengono solo alle “altre”, ma spesso le abbiamo vicino. E fanno più male di quel che si possa pensare… Bellissimo post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...